Seleziona Pagina

Consigli per eliminare gli spifferi delle finestre

Consigli per eliminare gli spifferi delle finestre

CONSIGLI PER ELIMINARE GLI SPIFFERI DALLE FINESTRE

Vuoi dei consigli per eliminare gli spifferi dalle finestre ? In maniera tale da avere la casa più calda e sprecare meno ? 

Lo spiffero, con il freddo, trascina anche un grande spreco domestico.

Inutile girarci troppo attorno: se passa aria dalle finestre, la stanza non sarà mai calda al punto giusto, e ci sarà un’enorme dispersione di calore, che poi peserà nella bolletta energetica.

Dunque, eliminare gli spifferi significa eliminare un’importante fonte di sprechi domestici, di energia domestica. La più cara.

COME ELIMINARE GLI SPIFFERI DALLE FINESTRE

Una casa fredda non è solo scomoda e sgradevole da vivere.

È una casa energivora, che spreca risorse per il riscaldamento, consumi poi da pagare in bolletta. Ecco perché è sempre bene controllare gli infissi, e rendersi conto se e quando diventa necessario cambiarli.

I due materiali più usati sono il PVC, di fatto si tratta di plastica anche se spesso è riciclata, e il legno, un perfetto, ed elegante, isolante naturale che ha un’unica controindicazione nei costi più alti di manutenzione.

Prima di iniziare i lavori per cambiare o riparare gli infissi, è bene fare due controlli. Il primo riguarda gli eventuali spifferi che arrivano dalle finestre e se per caso non siano dovuti a un problema delle guarnizioni. Il secondo controllo, invece, si riferisce alle finestre: se abitate in un piano alto e molto ventilato, è opportuno prendere in considerazione i doppi vetri, prima di procedere a cambiare gli infissi.

SOLUZIONE SPIFFERI FINESTRE

Per eliminare gli spifferi ci sono poi alcuni efficacissimi rimedi naturali: gesti semplici e pratici come questi che vi elenchiamo di seguito.

  • Per cominciare, per migliorare l’isolamento degli infissi provate a inserire delle guarnizioni adesive di gomma. Le trovate in tutti i negozi di ferramenta a un prezzo molto contenuto. Prima di applicarle ricordate però di verificare le cerniere e le chiusure del vostro telaio e se troppo vecchie sostituitele: solo così le guarnizioni saranno veramente efficaci contro gli spifferi.
  • Sul mercato trovate anche le guarnizioni adesive in gommapiuma: hanno però una durata limitata e devono essere sostituite dopo qualche anno. Più durature quelle in plastica e in alluminio.
  • Chiudete le eventuali fessure tra i cassonetti delle tapparelle e il muro utilizzando un po’ di stucco o di sigillante e se gli infissi di casa sono particolarmente vecchi sostituiteli. La spesa sarà consistente ma giorno dopo giorno ci guadagnerete sia in termini di comfort sia di risparmio. L’alternativa consiste nel sostituire i vetri normali con quelli doppi.
  • Utilizzate le vecchie coperte come paraspifferi. Tagliatele a strisce larghe circa 60 centimetri e arrotolale fino a farle diventare dei salsicciotti. A questo punto legate i bordi con tanti nastri colorati e posizionateli sotto le finestre e le porte. Avrete così protetto le varie stanze dagli spifferi in maniera semplice, originale e low cost.

Come individuare gli spifferi

La prima cosa dare fare è riscaldare la propria abitazione, in modo da percepire subito eventuali correnti fredde:

  • Un ottimo rimedio per capire se ci sono spifferi  è quello di prendere un pezzo di carta e posizionarlo dove sentiamo l’entrata di aria fredda: se si muove lo spiffero è individuato
  • Un altro metodo è quello di appoggiare un panno sotto la finestra o la porta: se dopo un quarto d’ora questo sarà freddo, significa che entra aria dall’esterno
  • Un classico ‘rimedio della nonna’ invece, è quello di accendere un fiammifero in prossimità di porte e finestre: se la fiamma si spegne, la logica vuole che ci sia un passaggio di aria

Altri consigli per difendersi dagli spifferi

Camibiare la porta o la finestra da cui entra aria fredda non è sempre la soluzione migliore e neanche la più economica. Basta avere un po’ di pazienza e con qualche accorgimento, lo spiffero non ci sarà più…

  • Affiggere degli adesivi spessi su piccoli fori può essere una prima soluzione. In questo modo l’aria non entrerà più e l’appartamento avrà un tocco originale
  • E’ possibile utilizzare del nastro adesivo, colorato o neutro, per risolvere il problema, controllandolo e cambiandolo non appena inizierà a scollarsi
  • In commercio esistono  bordini isolanti, ideali per risolvere il problema. Molto utili quelli in gommapiuma e autoadesivi, in modo da poterli rimuoverli quando non serviranno più
  • Un altro rimedio sono i serpentoni di stoffa: le varie dimensioni in commercio permettono di prendere quelli che più fanno al caso nostro, scegliendone le dimensioni
  • Altra soluzione sono delle barre (se ne trovano molti modelli in commercio) che si posizionano sotto la porta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *