Seleziona Pagina

Come restaurare persiane in alluminio

Come restaurare persiane in alluminio

Come aggiustare una persiana in alluminio

Gli infissi in alluminio sono molto resistenti e sono meno soggetti alla comparsa di ruggine. Tuttavia, possono essere influenzati dalla salsedine, dal calcare e dagli acidi, causando macchie o opacità nel tempo, e in questo articolo vediamo come restaurare persiane in alluminio.

Per mantenere l’aspetto originale degli infissi in alluminio, è importante conoscere le cause di questo scolorimento, che possono essere legate alle condizioni climatiche della zona o ad altri fattori come lavori in casa o rifacimento delle facciate.

Per lucidare gli infissi in alluminio, è necessario scegliere i prodotti adatti e applicarli con efficacia per mantenere l’effetto a lungo termine. Abbiamo creato una guida pratica per facilitare la manutenzione, la pulizia e la lucidatura degli infissi in alluminio, fornendo tutte le informazioni necessarie per garantire la sicurezza e il successo delle operazioni.

Come pulire e lucidare gli infissi in alluminio

Gli infissi in alluminio sono resistenti e richiedono poca manutenzione, ma è importante pulirli regolarmente per evitare macchie e perdite di colore. Inoltre, è fondamentale mantenere pulite le guarnizioni per garantire l’isolamento termico ed evitare infiltrazioni d’aria. Per la pulizia, si raccomanda di utilizzare panni morbidi e di evitare prodotti detergenti aggressivi e spugne abrasive per evitare graffi.

In caso di macchie o scolorimenti, è consigliabile effettuare una pulizia preliminare prima di procedere con la lucidatura.

I Problemi più diffusi di rottura nelle persiane

La maggior parte delle tapparelle vengono manovrate tramite un nastro in corda o materiali sintetici. Tuttavia, con il tempo questo nastro può rompersi, consumarsi, spezzarsi o semplicemente non scorrere correttamente, rendendo difficile utilizzare la tapparella. Per riparare questi problemi, è possibile seguire queste semplici istruzioni.

In caso di Rottura o sfilacciamento del nastro

per riparare tapparelle con il nastro strappato o sfilacciato sarà necessario sostituire quest’ultimo: vi consigliamo di acquistare sempre 20-30 cm in più di nastro rispetto a quanto ve ne necessita per sopperire ad eventuali errori.
1) Alziamo del tutto la tapparella munendoci di un bastone di lunghezza sufficiente a mantenerla bloccata in cima quando sbloccheremo il nastro.
2) Apriamo il cassettone e individuiamo il rullo avvolgibile a molla in cui il nastro va a raccogliersi.
3) Slacciamo i nodi o svitiamo le eventuali viti che tengono l’estremità del nastro agganciato al rullo avvolgibile per sfilarlo completamente o eliminare l’eventuale moncone rimastovi.
4) Sganciare il nastro anche dal punto di fissaggio inferiore, ossia quello presente nell’incavo a parete.
5) Prendere il nuovo nastro e ancorarlo, innanzitutto, al fissaggio inferiore a parete (proprio come era stato fissato in precedenza), quindi lo srotoliamo portandolo su verso il cassettone e il rullo avvolgitore.
6) Quindi procediamo con l’ancoraggio del nastro al rullo avvolgitore: lo facciamo passare nella guida-cinghia e lo annodiamo nella feritoia della puleggia. Inoltre, ricordiamoci di caricare la molla dell’avvolgitore e di tenerla bloccata finché non abbiamo fissato il nastro anche con l’eventuale vite.
7) A questo punto procediamo avvolgendo tutto il nastro attorno all’avvolgitore e riposizionandolo all’interno del cassettone.

In caso di rottura di una stecca

Le tapparelle sono composte di stecche orizzontali agganciate l’una all’altra.
A causa del peso che può gravarvi, l’ultima stecca che poggia a terra può rompersi, ma anche il sole, gli agenti atmosferici o del tempo che passa, possono deteriorarne il materiale.
Riparare tapparelle, quindi, significa anche sostituire una o più stecche.

Vediamo come fare:

1) Si inizia con l’alzare completamente la tapparella finché questa non si richiuda completamente all’interno del cassone superiore.
2) Apriamo il cassone e, afferrando la porzione di tapparella ancora a vista la tiriamo verso di noi togliendola dalle guide verticali e facendola scorrere verso il basso quanto necessario.
3) A questo punto possiamo sfilare il numero giusto di stecche necessario a raggiungere la singola stecca rotta o quelle danneggiate.
Per sfilare e sostituire le stecche basta semplicemente farle scorrere orizzontalmente l’una contro l’altra e, effettuando l’operazione inversa, possiamo inserire le stecche nuove.
4) Terminata la sostituzione dobbiamo riavvolgere la tapparella all’interno del cassone e reinserirla nelle guide verticali.

Lucidare persiane in alluminio

Per restaurare le persiane in alluminio, è importante rimuovere le macchie e riportare l’infisso alla sua lucentezza originale. Ci sono diversi prodotti disponibili per questo scopo, come ad esempio il detersivo per i piatti o una formulazione specifica per gli infissi in alluminio. Inoltre, ci sono anche alcune sostanze naturali come l’aceto, il sapone di Marsiglia e l’olio di lino che possono essere utilizzate per pulire le persiane senza danneggiare il materiale.

La procedura di pulizia consiste nell’applicare il prodotto scelto su tutta la superficie con un panno morbido, concentrandosi su ogni angolo per garantire una copertura efficace. Dopo aver lasciato il prodotto agire per alcuni minuti, si può procedere con il lavaggio utilizzando una spugnetta imbevuta d’acqua per rimuovere eventuali residui. Infine, per un risultato perfetto, si può passare un panno imbevuto di aceto sulla superficie.

Tenendo sempre a mente di non utilizzare prodotti troppo aggressivi, si otterrà un risultato eccezionale che durerà a lungo. In caso di persiane in alluminio bianche, l’opacizzazione potrebbe essere ancora più evidente e richiedere più fasi di lucidatura per riportare la lucentezza originale(montaggio di persiane).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *