Seleziona Pagina

Come pulire la casa in 1 ora

Come pulire la casa in 1 ora

Come pulire la casa in 1 ora

Vuoi conoscere qualche trucco per pulire la casa in Un’ora ? Bene, vediamo come pulire la casa in 1 ora, facilmente, bene ed anche economicamente.

Come si può tenere pulita e in ordine la casa, dedicando solo un’ora al giorno alle attività domestiche? Un’ora vi sembra poca, ma in realtà, se svolta tutti i giorni, non solo è più che sufficiente, ma è tantissimo! Vi racconto come si può fare?

Il primo ‘trucco’ è quello più banale: la casa è di tutti quelli che ci vivono, compresi ‘i maschi’. Quindi piantiamola di giocare a fare le serve e iniziamo a suddividerci i compiti con tutti, marito, compagni e compagne, figli, eccetera. Ognuno deve fare la sua parte, commisurato alle sue capacità, a quello che preferisce e alla sua età.

Il secondo trucco è non rimandare, e mettere a posto appena sporchiamo o facciamo disordine. Se dunque cade una goccia di sugo sul fornello, appena abbiamo spento il fuoco, dobbiamo pulirla subito. Se facciamo accumulare disordine e sporco, allora il lavoro sarà sempre più complesso, perché ogni volta bisogna ricominciare daccapo.

Il terzo trucco è usare i detersivi giusti, ovvero quelli ecologici: possiamo risparmiare tempo, denaro e anche inquinamento, se usiamo un detergente ecologico non schiumogeno. Assolutamente da eliminare in casa tutto il resto: ammoniaca e candeggina per prime, per carità! Ma anche detersivi aggressivi, mille prodotti specifici per ogni funzione, ammorbidenti…

3 cose giornaliere da fare, per avere una casa pulita

La cucina è forse il posto che viviamo più della casa. Noi abbiamo cucina e salotto insieme, quindi, essendo un ambiente unico, se la cucina è sporca, tutto il resto dell’ambiente sembra sciatto.

Uno dei motivi per cui cerco di concentrare il meal prepping tutto nel weekend, è proprio per sporcare la cucina una volta sola: in questo modo non ci troviamo ogni sera ad avere pentole e padelle da lavare, oltre ai piatti e bicchieri.

In generale, comunque, se cucinate di giorno in giorno, abituatevi a mettere subito le pentole sporche in lavastoviglie o sciacquarle a mano: in questo modo eviterete di accumularle le une sulle altre, creando un disordine che richiede troppo tempo per essere risolto.

Quindi, dopo ogni pasto:

  • mettete subito le stoviglie in lavastoviglie o lavatele;
  • date una passata veloce di spugna al lavandino;
  • date una passata veloce di spugna al piano di cottura.

Vi prego, non cedete alla tentazione dei piatti di plastica monouso, ma nemmeno di quelli compostabili: leggo su FB che ancora oggi tantissima gente usa stoviglie monouso per non sporcare, ed è francamente orribile. Il nostro Pianeta si sta sgretolando, i nostri figli si troveranno a vivere in un mondo pieno di rifiuti, e noi li aumentiamo ancora per la pigrizia di non lavare un piatto? Non lo posso accettare!

Quando lavare il pavimento

Da noi si lava una o massimo due volte a settimana, a mano che non si sporchi. Innanzitutto entriamo in casa scalzi o in ciabatte, quindi il pavimento è pulito.

Per eliminare briciole e peli del cane, basta passare la scopa o l’aspirapolvere: operazione che non richiede più di 10 minuti. Comunque, anche passare il mocio, è un attimo: strizzatelo molto bene e non riempitelo di detersivo: ne basta una goccia sia per non dover risciacquare, sia per non inquinare.

Ogni volta che usiamo un oggetto, rimettiamolo al suo posto

Questo è davvero il mio punto debole, su cui cerco di impegnarmi al massimo, anche se non sempre riesco.

Le nostre case sono tutto sommato pulite, e se si accumula ‘sporcizia’ è perché spesso abbiamo troppe cose, e non le rimettiamo nemmeno a posto.

Dovremmo abituarci tutti insieme a rimettere a posto gli oggetti dopo che li abbiamo usati: non solo i vestiti negli armadi, le scarpe nella scarpiera, il bucato piegato nei cassetti e non per una settimana sullo stendino. Ma anche i giocattoli, i libri di scuola, la cartella sempre in mezzo ai piedi, le chiavi buttate sul tavolo, le ciotole da rimettere a posto nella credenza e la spesa da svuotare e mettere in dispensa.

A chi non capita?

Il nostro obiettivo del futuro dovrebbe essere una vita sostenibile: con meno oggetti, meno possesso, meno consumismo, e di conseguenza anche meno disordine in giro e nella testa, meno confusione, meno sprechi.

Non restare indietro con le lavatrici

La gestione del bucato prende tantissimo tempo in settimana. L’unico modo per non farsi sopraffare dalle lavatrici, è non restare indietro: possiamo fare una al giorno o una ogni due giorni, e imparare a stendere bene sullo stendino, per poi mettere le cose nell’armadio senza stirarle.

Ora, su questa cosa dello stirare, a meno che non dobbiate indossare camicie per lavoro (ma oggi esistono anche quelle che non vanno stirate!), dovete assolutamente credermi: io non stiro l’abbigliamento da più di 10 anni e vi assicuro che mi vesto sempre ‘bene’ e non sono affatto sciatta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *