Come installare un lampadario a sospensione ? Infatti, l’installazione di un lampadario a sospensione è un intervento che non richiede grandi competenze tecniche ma un po’ di esperienza, manualità e dimestichezza con questo genere di operazioni domestiche.

Vediamo insieme come si deve procedere in modo che, chi ha già esperienza e ha fatto un po’ di pratica, possa installare il lampadario a sospensione.

Montare un lampadario a sospensione: lavorare in sicurezza

È sempre bene ricordare, anche ai più esperti, di non trascurare mai le norme di sicurezza per lavorare in tranquillità, senza correre il rischio di farsi male o di danneggiare l’impianto.

Dal momento che dobbiamo installare un lampadario a sospensione, dovremo utilizzare una scala solida e stabile, per non correre il rischio di venire a trovarci in equilibrio precario. Dobbiamo anche essere abbastanza in alto da poter lavorare con agio e non in posizioni scomode o insicure.

È bene essere in due, per far sì che mentre una persona installa il lampadario a sospensione, l’altra può passare gli attrezzi che servono di volta in volta.

Installare un lampadario a sospensione è un lavoro che interviene sull’impianto elettrico e quindi prima di procedere è fondamentale staccare la corrente.

Montare un lampadario a sospensione: verificare la tenuta del soffitto

È importantissimo verificare che il soffitto, o il controsoffitto, possa reggere il peso del lampadario. Questo dipende naturalmente dal tipo di soffitto e dal peso del lampadario a sospensione che abbiamo scelto di installare in base all’arredamento della camera, del soggiorno o della cucina dove andremo a montarlo. Inoltre, deve essere presente un gancio abbastanza solido da sostenere il peso del lampadario. In caso contrario, o se quello che c’è si presenta instabile, prima di installare il lampadario a sospensione, dovremo provvedere noi a fissarne uno o sostituire quello traballante, facendo la massima attenzione a non danneggiare i cavi elettrici.

Come installare montaggio di un lampadario a sospensione

Volete installare un lampadario a sospensione sul soffitto o volete cambiare la classica plafoniera ? Potete farlo da soli sempre con un minimo di conoscenza e attenzione perchè con l’elettricità non si scherza.

Fase 1 Montaggio lampadario a sospensione

Come prima azione vediamo i tasselli da utilizzare servono quelli in figura a seconda del soffitto:

  • i tasselli ad ancora si utilizzano per solette di mattoni forati
  • quelli a espansione nella muratura piena
  • cartongesso dobbiamo ricorrere a tasselli specifici.
  • Il terminale a soffitto può essere a occhiolo chiuso o aperto, a seconda dell’elemento di sospensione presente all’estremità superiore del lampadario.

Una volta scelto il tassello giusto andiamo a scegliere il punto di solito , il punto lo abbiamo già ed e quello dove fuori-escono i fili dal soffitto. Per tanto passiamo all’azione con il trapano effettuiamo il foro per il tassello ed inseriamo il tassello.

Se il lampadario non è provvisto di gancio e dobbiamo affidarci al suo cavo di alimentazione per sospenderlo, facciamo passare questo in due dei tre fori del distanziale di plastica per non far gravare il peso sul cavo. Il terzo foro si aggancia al terminale del tassello.

Fase 2 Collegamento dei cavi

Una volta installato il lampadario ora dobbiamo portare la corrente allo stesso, dobbiamo solamente collegare il cavo tramite i mammut (morsetti capicorda da elettricista) .

Di solito se l’impianto è fatto a norma la fase dovrebbe avere un colore nero/rosso/marrone.

Il neutro di colore esclusivamente Blu/celeste.

Quindi bisogna collegare il cavo Neutro cioè blu con il neutro del lampadario blu e il cavo di fase marrone con il marrone della lampada.