Seleziona Pagina

Come cambiare una lampadina

Come cambiare una lampadina

Hai intenzione di cambiare la lampada ma non sei sicuro di come si effettua il cambio della lampadina della lampada ?

Prima di tutto, dovresti sapere che tipo di portalampada ha il tuo apparecchio di illuminazione.

Questa informazione la trovi nella descrizione del prodotto. Alcune lampadine sono a vite ed altre si inseriscono a scatto.  Per quanto riguarda la filettatura, essa si differenzia in attaco grande E27 ed attaco piccolo E14.

Possiamo inserire diversamente altri tipi di lampadine, in ogni caso, come descritto sopra, questa informazione si dovrebbe trovare nella descrizione dell’apparecchio di iluminazione acquistato.

Sicurezza prima di tutto

Un altra cosa importante che non dovremmo dimenticare quando si cambiano le lampadine, ed installare per la prima volta, è la sicurezza. Questo significa, che se stai per sostituire una lampadina, dovresti farlo con salvavite spento.
Potresti ricevere una scossa toccando l’apparecchio che si trova sotto la corrente elettrica. E non è da sottovalutare. La tensione è abbastanza alta, e questo infortunio potrebbe causare seri problemi di salute.
Per quanto riguarda il tipo di lampadina, puoi scegliere tra quelle classiche, a risparmio energetico oppure lampadine LED. Tuttavia, se acquisti un apparecchio di illuminazione, con un paralume stretto, evita le lampadine con la potenza termica senza schermi. C’è il rischio che l’alta temperatura possa incendiare il paralume.

Tipi di lampadine

Le più economiche, ma anche meno durevoli sono le lampadine classiche. Altre sono le lampadine a risparmio energetico che rappresentano l’opzione più economica e con la durata più lunga, ma le lampadine più economiche con la durata massima sono le lampadine LED.
Alla fine decidi te quale tipo di lampadina cerchi. Per le lampadine LED il prezzo è più alto rispetto alle lampadine classiche e quelle a risparmio energetico, ma visto la durata molto più lunga, è un ottimo investimento.

Svitare e sostituire una lampadina fulminata

I punti per cambiare quest’oggetto comune: afferra il bulbo, gira in senso antiorario e svita il frutto dall’alloggio; inserisci un nuovo elemento avvitando in direzione oraria. Non devi fare altro. Però ricorda di seguire alcune regole per fare un buon lavoro. Ad esempio per cambiare una lampadina bisogna staccare la corrente per forza?

Sì, è una norma di sicurezza da rispettare. Anche se può sembrare un’esagerazione è sempre importante scollegare l’alloggio dalla fonte di corrente. Questo può avvenire togliendo l’elettricità dal pannello generale o la spina dalla presa se si tratta di una bajour o di una lampada da tavolo. Qualche attenzione in più?

Esistono pinze per svitare le lampadine

Altro elemento da curare quando cambi una lampadina: fai attenzione alla temperatura del bulbo, potresti ustionarti le dita. Come risolvere questo problema? E se ti capita di dover smontare spesso bulbi in situazioni difficili, situate in alto? Per dare una risposta a queste realtà puoi acquistare una pinza per lampadine.

Di cosa si tratta? Sono aste telescopiche con impugnatura e braccia per bloccare il bulbo e sfilare il frutto. Senza scottarti le dita o dover prendere la scala ogni volta che si fulmina la luce.

Come si fa per cambiare una lampadina ?

Accertati di aver scollegato l’elettricità. Si tratta di un’accortezza molto importante da prendere ogni volta che devi fare della manutenzione su elementi elettrici: pensa alla tua sicurezza!Ti basta abbassare l’interruttore generale presente sulla scatola dei fusibili o sul pannello del salvavita; ricorda che questa operazione toglie elettricità a tutta l’abitazione e non solo al lampadario su cui stai lavorando.

  • Aspetta che la lampadina si raffreddi prima di svitarla. Se era accesa fino a poco tempo prima, è probabile che sia rovente al tatto e potrebbe causarti delle bruciature alle dita.
  • Se è montata su un lampadario al soffitto, non cercare di mantenere l’equilibrio su una sedia instabile o un altro supporto simile, ma utilizza una scala a libretto robusta per poter raggiungere la lampadina senza cadere.
  • In alternativa, puoi optare per uno speciale strumento estensibile che permette di svitare le lampadine che si trovano molto in alto e che rappresenta spesso la soluzione più sicura; non dimenticare che puoi anche affidare il compito a un tuttofare! Per questo tipo di lavoro non dovresti aver bisogno di altri attrezzi.

Cambiare la lampadina

I portalampada sono diversi in base al modello di plafoniera:

  • Se ti trovi di fronte a un meccanismo a baionetta (piuttosto comune nel Regno Unito e in Nuova Zelanda), tieni la lampadina delicatamente ma con fermezza, spingila verso il basso e contemporaneamente falla ruotare in senso antiorario, in modo da staccarla dal suo alloggiamento; questo tipo di portalampade ha due punte.
  • Se il portalampada è a vite, un dispositivo diffuso in America e in Europa, dovresti semplicemente ruotare la lampadina in senso antiorario; così facendo, sei in grado di allentarla e smontarla.
  • Ora puoi montare la nuova lampadina, ricorda che si svita in senso antiorario e si avvita in senso orario.
  • Terminata l’operazione, potete finalmente ripristinare l’alimentazione alzando la leva del contatore e riaccendere le luci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *